Già dopo breve tempo si notano aspetti positivi dello smettere di fumare.

 

  • Il battito cardiaco accelerato e la pressione sanguigna scendono velocemente a valori normali e entro dodici ore scende a un livello normale il monossido di carbonio nel sangue, che è velenoso.
  • Nel giro di dodici settimane migliora la circolazione sanguigna nell’organismo e si ristabiliscono le funzionalità polmonari.
  • Entro nove mesi diminuiscono tosse e insufficienza respiratoria dovute al fumo. I cigli vibratili dei polmoni ricominciano a riprendersi e riescono di nuovo a espellere meglio dai polmoni catarro e sporcizia, abbassando così il rischio di infezioni.
  • Nel giro di un anno si dimezza il rischio di una malattia cardiaca dovuta al fumo.
  • Dopo cinque anni si è abbassato della metà il rischio di malattie dovute al fumo per : bocca, gola, esofago e vescica. Il rischio di ictus ed anche quello di cancro al collo dell’utero tornano al livello dei non fumatori.
  • Dopo 10 anni il rischio di morte per cancro polmonare è solo la metà di quello di un fumatore. Diminuisce il rischio di cancro alla laringe e al pancreas.
  • Dopo 15 anni il rischio di malattia cardiaca alle coronarie è sceso al livello dei non fumatori.

E inoltre dopo che si è smesso di fumare il fiato ha un odore più gradevole, i denti ingialliti ritornano più bianchi, l’odore di tabacco scompare dai capelli, sparisce il colore giallastro di dita e unghie, il cibo ha un sapore migliore e l’olfatto lavora di nuovo indisturbato.

 

 

Quelle

American Cancer Society, Stay Away from Tobacco - Benefits of Quitting Smoking Over Time, www.cancer.org.

rauchstopplinie